M. fuori sagoma

Strade percorribili di competenza della Provincia di Brescia, M. Fuori sagoma

Veicoli o trasporti eccezionali "Fuori sagoma" non eccezionali per massa - veicoli o complessi veicolari di altezza 4,30 metri - larghezza 3,00 metri - lunghezza 20 metri - (art. 13 comma 2 lettera A) del regolamento del C.d.S.).

Cartografia delle strade provinciali percorribili redatta secondo le legende regionali unitarie indicate dalle Linee Guida per l'esercizio delle funzioni relative alle autorizzazioni alla circolazione dei Trasporti Eccezionali – L.R. 6/2012, approvate con D.G.R. n. X/6931 del 24/07/2017, aggiornate con D.G.R. n. X/7859 del 12/02/2018 e con D.G.R. n. XI/1341 del 04/03/2019. 

Le cartografie contengono, ad esclusivo scopo informativo (non autorizzativo), anche le strade percorribili di competenza Comunale, relativamente ai Comuni disponibili.

Limite di massa per asse:
13 ton/asse se interasse ≥ 1,50 m;
12 ton/asse se interasse < 1,50 m.

Sono percorribili tutte le strade evidenziate in colore fucsia (linea semplice) con l'adozione delle prescrizioni consequenziali al rispetto delle limitazioni per SAGOMA (l'obbligo di scorta è indicato con linea fucsia contornato linea verde).

LIMITAZIONI RISPETTO ALLA SAGOMA

Condizioni e prescrizioni per il transito sulla rete stradale:

É fatto obbligo al titolare dell'autorizzazione di accertarsi prima dell'inizio di ciascun viaggio della percorribilità delle strade di interesse, con particolare riferimento alle caratteristiche geometriche.

Richiamando l'art. 16 comma 3 lettera a) del DPR 495/1992 e il testo integrato delle Direttive prot. n. 3911/2013 e prot. n. 4214/2014 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si precisa quanto segue:

La scorta è prescritta, qualora si verifichi la seguente condizione:

a) la larghezza della corsia sia inferiore a 3,50 m per i veicoli o i trasporti che sono eccezionali anche in larghezza.

Il titolare dell'autorizzazione ha l'obbligo di accertarsi, prima dell'inizio di ciascun viaggio, della percorribilità delle strade di interesse, valutando contestualmente anche gli eventuali ostacoli presenti sulla sede stradale (altezza libera in corrispondenza di sottopassi/segnaletica/ponti, ecc.) e l'inscrivibilità in curva dei veicoli che si intendono utilizzare secondo le condizioni di cui all'art. 13 comma 2 lettera A) punto d).

Qualora anche per una breve tratta di percorso non siano rispettate le condizioni di cui all'art. 13 comma 2 lettera A) punto d) la scorta è prescritta, indipendentemente dall'indicazione grafica riportata in mappa.

Si prescrive di mantenere per quanto possibile una velocità costante sui manufatti (ponti, cavalcavia e viadotti). Sono fatte salve in ogni caso le ordinanze e le altre eventuali limitazioni indicate e pubblicate dalla Provincia, da ritenersi prevalenti.

Si prescrive il divieto per tutti i veicoli eccezionali e i trasporti in condizioni di eccezionalità in transito nella stessa direzione di seguire il veicolo che precede aduna distanza inferiore ai 60 m.